Accoutumance

La gente si è abituata a disfarsi di cose che possono ancora servire. Lo sviluppo psicologico è più rapido del consumo oggettivo: è sufficiente presentare un nuovo prodotto e subito quello vecchio diventa superato; ma questo bisogno di distruggere per esistere inquina.

L’opera gioca sull’antitesi della società “dei  consumi”, tra consumo e valore: “l’arte è un valore di cui si fruisce, ma che non viene consumato”.

SHARE
Categories

Squarci meccanici

Date

febbraio 20, 2017 5:27 pm

Author